Sempre "al lavoro". Le garanzie costituzionali di persone e personalità connesse in Rete

  • Paola Marsocci Università di Roma
Parole chiave: Costituzione, Lavoro, Web, Privacy, Disconnessione

Abstract

Il contributo è dedicato al tema del lavoro a partire da una sua possibile (ri)definizione al tempo della economia digitale e trae origine da un più ampio approfondimento di ricerca sul diritto di accesso ad Internet e sulla effettività del suo esercizio, così come attualmente riconosciuto e garantito a livello nazionale e a livello dell’Ue. Dopo una ricognizione delle attuali garanzie del diritto al lavoro e dei suoi corollari, se ne valuta l’effettività nel contesto dell’economia digitale, fino ad ipotizzare alcune più specifiche linee di ricerca giuridica su un fenomeno definibile come "lavoro implicito", ossia lo svolgimento on line di attività non immediatamente percepite o considerate lavorative in senso proprio, che producono alcuni degli effetti relativi alla prestazione lavorativa, in primo luogo la produzione di ricchezza.

Biografia autore

Paola Marsocci, Università di Roma

Professoressa ordinaria di Diritto costituzionale, presso il Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale di Sapienza - Università di Roma. Dal 2017 è responsabile della Unità di Ricerca dipartimentale EUPoliS (“Partecipazione politica transnazionale, rappresentanza e sovranità nel progetto europeo”)

Pubblicato
2021-10-20
Come citare
[1]
Marsocci, P. 2021. Sempre "al lavoro". Le garanzie costituzionali di persone e personalità connesse in Rete. Rivista italiana di informatica e diritto. 3, 2 (ott. 2021), 73-88. DOI:https://doi.org/10.32091/RIID0042.
Sezione
Sezione monografica