Regolamento

La Rivista

La Rivista italiana di informatica e diritto (di seguito Rivista) è un periodico scientifico ad accesso aperto, pubblicato online con periodicità semestrale a cura dell'Istituto di Informatica Giuridica e Sistemi Giudiziari del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IGSG-CNR), registrato presso il Tribunale di Roma

Gli organi

Sono organi della Rivista la Direzione, il Comitato scientifico nazionale, il Comitato scientifico dei corrispondenti stranieri, la Redazione scientifica e il Comitato dei revisori esperti per la valutazione.

La Rivista è dotata inoltre di una Redazione tecnica, per le attività di segreteria, composizione dei testi in LaTeX e cura del sito web.

La pubblicazione degli articoli

Gli articoli sono pubblicati sulla Rivista a conclusione di un procedimento di valutazione a doppio cieco.

La Direzione esamina preliminarmente i contributi pervenuti per valutarne l'attinenza alle discipline scientifiche d'interesse della Rivista e in caso positivo li assegna a due esperti revisori, secondo i criteri della competenza e della rotazione.

Conclusa la procedura di valutazione, la Direzione ne comunica l'esito all'autore o autrice.

La procedura di valutazione

Se il contributo è valutato positivamente dai revisori cui è stato assegnato, è pubblicato.

Se il contributo è valutato positivamente con richiesta di modifiche, è inviato all'autore o autrice con richiesta di intervenire come richiesto dai revisori. A seguito di tali interventi, la Direzione può decidere per la pubblicazione o sottoporre il contributo a nuova valutazione.

Se il contributo è valutato positivamente da un revisore e negativamente dall'altro revisore, la Direzione può assegnare in valutazione il contributo ad un altro esperto. Il contributo è pubblicato solo se risultano prevalenti le valutazioni positive (due su tre).

Le norme redazionali

L'autore o autrice predispone il contributo nel rispetto delle norme redazionali della Rivista, redigendo anche un sommario e indicando almeno tre parole chiave in italiano o nella lingua in cui è scritto l'articolo e fornendo anche la traduzione del titolo, l’abstract e almeno tre parole chiave in inglese.

Gli articoli devono essere inviati per email alla segreteria della Rivista, in attesa dell'attivazione della procedura di sottomissione online.